Tao Te Ching


XXXII : La virtù del santo

Italiano

Il Tao in eterno è senza nome,
è grezzo per quanto minimo sia,
nessuno al mondo è capace di fargli da ministro.
Se principi e sovrani fossero capaci di attenervisi,
le diecimila crature da sé si sottometterebbero,
il Cielo in mutuo accordo con la Terra
farebbe discendere soave rugiada
e il popolo, senza alcuno che lo comandi,
da sé troverebbe il giusto assetto.
Quando si cominciò ad intagliare
si ebbero i nomi.
Tutto quello che ha nome viene trattato come proprio,
perciò sappi contenerti.
Chi sa contenersi
può non correre pericolo.
Paragona la presenza del Tao nel mondo
ai fiumi e ai mari cui accorrono rivi e valli.

道常無名。
dao chang wu ming.

天下莫能臣也。
tian xia mo neng chen ye.

侯王若能守之,
hou wang ruo neng shou zhi,

萬物將自賓。
wan wu jiang zi bin.

天地相合,以降甘露,
tian di xiang he, yi jiang gan lu,

民莫之令而自均。
min mo zhi ling er zi jun.

始制有名,名亦既有,
shi zhi you ming, ming yi ji you,

夫亦將知止,
fu yi jiang zhi zhi,

知止所以不殆。
zhi zhi ke yi bu dai.

譬道之在天下,
pi dao zhi zai tian xia,

猶川谷之於江海。
you chuan gu zhi yu jiang hai.