Tao Te Ching


XVI : Volgersi alla radice

Italiano

Arrivare alla vacuità è il culmine,
mantenere la quiete è schiettezza:
le diecimila creature insieme sorgono
ed io le vedo ritornare a quelle,
quando le creature hanno avuto il lor rigoglio
ciascuna fa ritorno alla sua radice.
Tornare alla radice è quiete,
il che vuol dire restituire il mandato,
restituire il mandato è eternità.
Chi conosce l'eternità è illuminato,
chi non la conosce insensatamente provoca sventure.
Chi conosce l'eternità tutto abbraccia,
tutto abbracciando è equanime,
essendo equanime è sovrano,
essendo sovrano è Cielo,
essendo Cielo è Tao,
essendo Tao a lungo dura
e per tutta la vita non corre pericolo.

致虛極,守靜篤。
zhi xu ji, shou jing du.

萬物並作,吾以觀復。
wan wu bing zuo, wu yi guan fu.

夫物芸芸,各復歸其根。
fu wu yun yun, ge fu gui qi gen.

歸根曰靜,是謂復命。
gui gen yue jing, shi yue fu ming.

復命曰常,知常曰明。
fu ming yue chang, zhi chang yue ming.

不知常,妄作凶。
bu zhi chang wang zuo xiong.

知常容,容乃公,
zhi chang rong, rong nai gong,

公乃王,王乃天,
gong nai quan, quan nai tian,

天乃道,道乃久,沒身不殆。
tian nai dao, dao nai jiu, mo shen bu dai.